Scuole Frediani inagibili: Seravezza tappezzata di striscioni

SERAVEZZA - Sono apparsi diversi striscioni di protesta nella notte nelle strade del capoluogo seravezzino dopo la dichiarazione di inagibilità dell'edificio delle scuole elementari Frediani a seguito degli studi di vulnerabilità sismica condotti sulla struttura.

-

Le famiglie dei bambini iscritti alla scuola, che sorge centralissima accanto al municipio, chiedono che le classi restino nel capoluogo e non vadano nel plesso scolastico della frazione di Ripa. L’amministrazione sta lavorando per portare le classi a settembre in prefabbricati in una località ancora da individuare, forse nei terreni di Villa Henraux in centro.

Molti genitori, ma anche commercianti e residenti del capoluogo, temono che l’allontanamento degli studenti per uno o più anni, in attesa dei lavori di ristrutturazione delle Frediani (ancora da quantificare e finanziare), possano danneggiare profondamente il tessuto sociale ed economico di Seravezza, oltre che provocare disagi alle famiglie.

Una rabbia e una preoccupazione sfociata in questa manifestazione silenziosa. “Non sarà facile mettere le cose a posto” – evidenzia il sindaco Riccardo Tarabella. “Ci vorranno tempo e risorse, pazienza e comprensione. Intanto partiamo con il mettere i bambini al sicuro. Li spostiamo in una struttura che può accoglierli e consentiamo loro, a settembre, di ricominciare a studiare e a crescere serenamente. Nel frattempo discutiamo volentieri con i comitati, con le forze politiche, come fare per garantire che la primaria “Frediani” resti nel capoluogo.”

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.