Guerra alla contraffazione al Forte: “Ma ci hanno escluso da Spiagge Sicure”

FORTE DEI MARMI - La lotta alla contraffazione al Forte ha portato nei primi mesi dell'estate ad un aumento del 70% di sequestri di merce falsificata. 2367 capi recuperati fino ad ora, contro i 1388 requisiti nell’intero 2017.

-

Sono i primi numeri dell’operazione anti abusivismo messa in piedi dall’amministrazione comunale attraverso l’aumento degli agenti della Polizia Municipale arrivati a oltre 50 unità, grazie al contributo dei privati alle assunzioni estive nell’ambito del Progetto Sicurezza 2018.

Boom di sequestri nell’ambito amministrativo: 1700 pezzi, oltre il triplo dell’anno scorso. Controlli serrati rispetto al passato anche sui massaggi in spiaggia (vietati per ordinanza): 15 verbali a massaggiatori e clienti.

Lunedì il Comune ha promosso una campagna di sensibilizzazione in spiaggia anti “tarocco” in collaborazione con Indicam, associazione italiana per la Tutela della Proprietà Intellettual. 

La lotta all’abusivismo sta dando risultati importanti, malgrado il Governo non abbia inserito Forte dei Marmi tra i 54 Comuni interessati dal progetto Spiagge Sicure, che ha incluso invece Pietrasanta e Camaiore, in quanto non raggiunge le 500mila presenze annue.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.