Le canzoni di Francesco Guccini raccontate dalla macchina fotografica

BARGA - Fino al prossimo 12 agosto potete visitare presso il museo stanze della Memoria in via di Mezzo la bella mostra fotografica “50FolkBeat, correva l’anno 1967”.

-

Le immagini, le belle immagini, sono di Cosimo Damiano Motta, Elisabetta Vacchetto e Pierangelo Vacchetto e come riporta la locandina della mostra sono “fotografie di canzoni intorno al tema della memoria collettiva e individuale”. C’è dietro tutto questo un racconto ma anche un omaggio importante ad un grande della musica italiana come Francesco Guccini. FolkBeat è appunto il titolo dell’album di debutto di Francesco Guccini, pubblicato nel 1967. E partendo da quei brani, a cinquant’anni dalla loro pubblicazione, la mostra per immagini trae liberamente spunto. Nelle belle foto si dà colore e forma visiva alle canzoni di Francesco Guccini che percorrono l’inizio della sua opera, da Noi non ci saremo a Il Sociale e l’antisociale; da Venerdì santo a Il 3 dicembre del ‘39. Nessuna pretesa in esse a spiegare le profonde tematiche gucciniane, ma il desiderio degli autori di provare invece a rappresentare la propria emozione nell’ascoltare quelle parole, visualizzare i propri ricordi, presentare la realtà riflettendo sui pensieri complessi di una frase. Una mostra legata a Guccini non poteva che tenersi anche a Barga, dove il cantautore di Pavana è venuto spesso grazie all’amicizia fraterna con lo chef televisivo Claudio Menconi. Questa mostra arriva nella cittadina proprio grazie a Menconi, ieri naturalmente presente all’inaugurazione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.