“Lucca città aperta”, l’8 settembre cena con i migranti in piazza S. Francesco

LUCCA - L'obiettivo è quello di organizzare la più grande cena di solidarietà mai preparata all’aperto a Lucca. L'iniziativa, fissata per il prossimo 8 settembre, in piazza San Francesco, è stata presentata alla sede della Cgil dalle associazioni promotrici.

-

Una serata di cibo e musica da tutto il mondo, è stato detto, per promuovere l’accoglienza, l’integrazione e i diritti, con i cittadini lucchesi che si siederanno accanto ai richiedenti asilo politico, ospitati nei Centri di accoglienza dei quartieri cittadini e delle zone limitrofe. Sul tema dell’immigrazione si stanno compiendo scelte scellerate – ha detto Maria Rosa Costabile, della Cgil di Lucca, scelte che violano il Diritto Internazionale, le Leggi italiane e la Costituzione”. Oltre alla Cgil, l’iniziativa  è promossa da 21 associazioni del territorio e può contare anche sul patrocinio dei Comuni di Lucca e di Capannori e della Provincia.

La serata inizierà alle ore 19, e sarà ad ingresso libero ad offerta. Oltre al cibo, ci sarà spazio per la musica e per la narrazione di esperienze di accoglienza: ogni associazione, infatti, avrà in piazza uno spazio, per raccontare la propria attività nell’ambito dell’integrazione.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.