Italia Nostra contro la ghiaia all’ex Balilla: “Lucca asservita al profitto economico”

LUCCA - Il tappeto di ghiaia che da quasi due mesi si stende sull'ex campo Balilla non piace all'associazione Italia Nostra, che con un comunicato riapre l'annoso dibattito sul rapporto tra la salvaguardia dei beni artistici e il loro utilizzo per spettacoli e manifestazioni culturali.

- 3

Il direttivo lucchese dell’associazione sottolinea che nel 2017 il Ministero dei Beni culturali ha formalmente riconosciuto l’interesse culturale del complesso delle Mura urbane, spalti e viali di circonvallazione inclusi, assoggettandoli così a rigorose norme di conservazione. E invece, attacca Italia Nostra, anche quest’area è ormai avviata verso la stabile destinazione di superficie a servizio delle manifestazioni di massa.

Lo stesso processo che, sempre secondo l’associazione, si è verificato con i Comics: prima solo una tensostruttura in piazza Napoleone,
poi palchi e struttura che annullano vie e piazze per periodi che vanno al di là della durata degli eventi.

In definitiva, conclude Italia Nostra, eventi come i Comics e il Summer Festival, con le loro strutture e le folle che richiamano, “non valorizzano i beni culturali ma li asserviscono brutalmente al profitto economico”

Commenti

3


  1. Magari eri in prima fila a vedere il concetto di Rogei Waters


  2. Mi piace la presa di posizione di Italia Nostra finalmente si ritorna a mettere al centro della discussione la nostra cultura che va protetta e salvaguardata. Spero che le autorità cittadine per il prossimo anno si ricordino di cosa hanno dovuto subire le nostre “Mura” quest’anno e prestino per ciò, più attenzione rispetto alla loro età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.