Aperte le 7 mostre che danno il via ai Comics 2018

LUCCA - Con l'inaugurazione delle mostre principali e' partito ufficialmente il conto alla rovescia verso l'edizione 2018 di Lucca Comics & Games, realizzato da Lucca Crea insieme al Comune di Lucca,nel centro storico della città dal 31 ottobre al 4 novembre.

-

Sette le esposizioni già visitabili che rendono omaggio ad altrettanti grandi maestri di tutto il mondo. Si parte da Leiji Matsumoto che ha incarnato i valori profondi del Giappone degli anni ’70, trasformandoli in narrazioni e personaggi che si sono impressi nell’immaginario collettivo. Dalla comunità ideale a bordo della “Corazzata Spaziale Yamato” (1975) all’apparentemente anarchico “Capitan Harlock” (1977).
La metamorfosi e la scoperta rappresentano l’universo illustrato di Benjamin Lacombe.
Classe 1982, è uno dei più apprezzati illustratori per ragazzi della nuova scuola francese.
Il lato oscuro del fumetto emerge dalle pagine create da Neal Adams uno dei grandi maestri dei comics made in U.S.A che ha disegnato le storie dei personaggi più iconici da “Deadman fino – e soprattutto – a “Batman”.
La spirale della mente. L’inferno della carne è il titolo dell’esposizione di Junji Itō artista che dimostra una cifra stilistica originale grazie a un minuzioso, elegante ed efferato realismo grafico,
Jérémie Moreau è il giovane talento francese a cui il Festival ha deciso di dedicare una mostra personale; per la prima volta in Italia i lettori potranno ammirare da vicino le opere di un vero astro nascente gia’ vincitore del Premio Speciale della Giuria Gran Guinigi 2015 per “La scimmia di Hartlepool”.
La visione rinascimentale di un artista contemporaneo emerge dalle illustrazioni di
Lorenzo Ceccotti, in arte LRNZ. Dal collettivo dei Superamici a “Golem”, da “Astrogamma” a “Monolith”,una full immersion all’interno del mondo distopico dell’autore romano. Infine Sara Colaone bolognese d’adozione, collabora attivamente con Kappa Edizioni realizzando storie brevi e graphic novel tra cui “Ciao ciao bambina” e il pluripremiato “In Italia sono tutti maschi”.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.