Cascio invasa per la 32° Castagnata in Piazza

CASCIO - Quando Pasio Pasi nel 1600 su incarico del granduca d'Este disegnò le mura del paese di Cascio mai avrebbe pensato che un giorno l'intero borgo sarebbe stato gremito di tante persone come è capitato domenica scorsa in occasione della 32° Castagnata in Piazza.

-

 

Oltre 8 mila le presenze stimate, anche se un dato certo non c’è. Basti pensare però a circa 3000 bombonecci venduti, terminati a metà pomeriggio, e a più di 10 quintali castagne arrostite terminate a fine giornata. Per tutto il giorno i volontari hanno realizzato migliaia di necci oltre alle altre proposte gastronomiche che arricchivano la manifestazione. In questa marea di persone, vogliamo segnalarvi l’iniziativa forse più originale: a poche centinaia di metri dal centro storico – nei pressi di questo antico metato – tanti giovanissimi hanno raccolto le castagne direttamente nel bosco, il tutto in collaborazione tra ASR Cascio e l’associazione Liberamente Mapà.

Anche in questo caso tanta gente così non si era mai vista.

In paese e nel percorso di circonvallazione ai piedi della cinta muraria era quasi impossibile muoversi per raggiungere le varie postazioni gastronomiche, il coro della Alpi Apuane ha dovuto esibirsi all’interno della chiesa e la piazza si è aperta un attimo solo per lo spettacolo di questi giovani ballerini di hi-pop. E’ difficile individuare il segreto di questo successo. Forse la bellezza del paese, la bella giornata di sole, il fascino delle crisciolette o forse è per la forza di una comunità davvero straordinaria.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.