Geal, rischio distacco per 2800 utenti. L’appello dell’azienda: mandateci i vostri dati

LUCCA - Dal 1 gennaio 2019 diventerà obbligatoria la fatturazione elettronica e Geal, l’azienda che gestisce il servizio idrico integrato nel Comune di Lucca, sta lavorando da mesi ad adeguare le anagrafiche dei clienti, Ma rimangono ancora circa 2.800 utenti che non hanno risposto alle comunicazioni.

- 1

In particolare Geal deve poter disporre del codice fiscale di tutti gli intestatari delle utenze domestiche o le partite iva di quelle non domestiche. “Per queste -spiega il presidente di Geal Giulio Sensi- c’è un reale rischio di dover procedere col distacco della fornitura, dopo aver attivato la regolare procedura. Senza codice fiscale o partita iva -aggiunge Sensi- dal 1 gennaio 2019 non potremo più emettere la fattura e quindi risulterà impossibile fornire il servizio, dovendo avviare, appunto, le procedure per il distacco”.

Commenti

1


  1. Una persona di 80 anni con600€ di pensione deve comprarsi un computer e andare a scuola per imparare a mandarlo e pagare pure la scuola!!!!.. BELLO!!! Questo si che e progresso!!!👍 ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.