Ghiviborgo-Ponsacco è il bigmatch; Pagliuca vuole salire ancora

CALCIO D - Ghiviborgo-Ponsacco è uno dei match-clou della sesta giornata di andata. La squadra di Guido Pagliuca è reduce dal roboante 4-0 di Sinalunga e spera di poter proseguire nel suo momento magico. Di fronte però uno degli avversari più attrezzati per cercare il salto di categoria. Ponsacco bestia nera: negli ultimi due anni ha vinto sul campo del Ghivi sempre per 2 a 1.

-

 

Sulla scia del fragoroso e squillante 4 a 0 di Sinalunga il Ghiviborgo avrebbe tutta l’intenzione di riprovarci. Allo stadio delle Terme arriva il Ponsacco per uno dei bigmatch della sesta di andata e di un campionato che comincia a delineare le forze in campo e le proprie gerarchie. La classifica suggerisce che i rossoblu di Maneschi, 2 a 0 domenica scorsa alla blasonata Massese, occupano il secondo posto ad una sola lunghezza dalla capolista Tuttocuoio. Già, proprio quel Tuttocuoio che a queste latitudini ha sofferto e non poco al cospetto della frizzante squadra di Guido Pagliuca. Il tecnico di Cecina ha saputo plasmare una formazione agguerrita che gioca anche un buon calcio. Si può pensare a questo punto ad un Ghivi sorpresa del campionato ? Chissà. Capitolo-formazione che non dovrebbe discostarsi troppo da quella corsara sul campo della Sinalunghese. Ovvero: Sottoriva in porta; Barsotti, Diana, Maccabruni e Dell’Orfanello in difesa (ma Pagliuca potrebbe optare anche per la difesa a tre con inserimento di Lecceti); Ghini, Nolè (o Tagliavacche) e Marino in mediana; Chianese trequartista alle spalle del tandem Ortolini-Frugoli.

Il pallone racconta che nelle ultime due stagioni il Ponsacco è sempre stato corsaro nei confronti del Ghiviborgo. Due anni fa al Bui di  San Giuliano Teme e lo scorso anno (era il 5 novembre) allo stadio delle Terme di Bagni di Lucca dove finì 2 a 1 per la formazione pisana. Al 34esimo rossoblu ospiti in vantaggio con Visibelli che stacca di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Sollecita la risposta dei biancorossoazzurri: assist dalla linea di fondo campo di Ciccio DI Paola per lo stacco aereo di Rubechini che riporta il punteggio in parità. Prima dello scadere l’episodio che decide il match. Tiro dal limite di Mariani, il pallone dà l’impressione di uscire ma in realtà s’insacca nonostante un buco nella rete. Nelle ripresa inutili attacchi del Ghiviborgo che rimane anche in 10 per l’espulsione di Biagio Pagano, ma il punteggio non cambia. Ponsacco bestia nera, tradizione che stavolta andrebbe sfatata.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.