Il sindaco di Stazzema scrive a Remaschi: “No alla raccolta funghi nel week-end per i non residenti”

STAZZEMA - Stop alla raccolta funghi nel week-end a Stazzema per i non residenti. La richiesta proviene dal sindaco Maurizio Verona che con una lettera all'assessore alle politiche forestali della Regione Marco Remaschi, ha espresso la necessità di emettere un provvedimento per far fronte a quella che, stando alle parole del sindaco, sembra essere diventata una vera e propria invasione del territorio

- 8

“I fungaioli del sabato e della domenica sono diventati sempre più numerosi – dice il primo cittadino di Stazzema – e stanno devastando il territorio spesso causando disagi in una zona sempre più delicata e che necessita di essere tutelata”. Una richiesta nuova e inconsueta in Alta Versilia, che potrebbe registrare effetti rilevanti sul turismo e che pone dei dubbi sulla modalità, ad esempio, con sui si distinguerà un cittadino del comune, da un altro non residente. “Questa aggressione al territorio – insiste il sindaco – lo impoverisce con danni ambientali che ricadono poi sui cittadini – quindi crediamo sia giusto limitare secondo quanto prescritto dalla normativa la raccolta dei prodotti della nostra terra salvaguardando un territorio che altrimenti rischia di impoverirsi. Per questo chiediamo alla regione Toscana il divieto assoluto di raccolta dei funghi nel periodo che va dal 30 giugno al 31 ottobre per il 2018, 2019 e 2020, fatti salvi i diritti dei residenti. Il divieto di raccolta, non dovrà applicarsi ai titolari delle autorizzazioni alla raccolta dei funghi a fini scientifici e didattici.

Commenti

8


  1. E qui uno la mattina si alza e dice chiudere la caccia di domenica,niente funghi il fine settimana,tutti vietano tutto,basta che non vengano tutti sul molo a pescare il sabato e la domenica,sennò vietiamo la pesca il fine settima ai non residenti


  2. E qui uno la mattina si alza e dice chiudere la caccia di domenica,niente funghi il fine settimana,tutti vietano tutto,basta che non vengano tutti sul molo a pescare il sabato e la domenica,sennò vietiamo la pesca il fine settima ai non residenti


  3. Vogliamo che le frontiere tra nazioni restino aperte, poi mettiamo i reticolati tra comuni… Qualcosa non mi torna.


  4. Ma il sindaco verona li ha mai visti i boschi in alcuni posti non ci si entra piu …proprio perché manca la mano dell uomo .

  5. Vasco Franceschi


    Se queste sono le prerogative che stanno alla realizzazione del Comune dell Versilia Storica,SIAMO MESSI BENE!
    Ma del resto il Sindaco Verona non è insolito per queste esternazioni.

  6. marco benedetti


    E’ una cosa anticostituzionale,lo sa il sindaco che la maggior parte delle persone può andare solo nel fine settimana a cercare i funghi?
    Una limitazione del genere porterà soltanto a far diventare bracconieri le persone per bene .


  7. Mi pare normale. E’ ciò che viene fatto in tutti i paesi del mondo civile.
    Ed anche i residenti devono avere dei limiti di raccolta. Anche durante il fine settimana.
    Altrimenti distruggiamo tutto, incendiamo tutto, asfaltiamo anche le Apuane perchè chiunque possa usufruirne a piacimento. Via tutti i divieti. Cancelliamo tutte le leggi. Vai con la pedofilia, la tortura, ecc.


  8. Non sono belli i divieti ma spesso sono la conseguenza della maleducazione e l’inciviltà delle persone, ve lo dice una che è una appassionatissima della ricerca di funghi, ma quando vedo quelle orde di persone che incivilmente si recano alla raccolta insensibili alle regole da rispettare (raccolta di esemplari sottomisura, limite di quantità, contenitori non idonei) sono amareggiata; comunque sarebbe utile educare i cittadini con corsi appropriati al rispetto della natura compresa la raccolta dei funghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.