La Lucchese spreca ancora con il Gozzano

CALCIO SERIE C - I rossoneri non riescono a difendere il vantaggio trovato al sesto di gioco con Sorrentino che mette in gol una corta respinta su punizione. Rimasta in 10 all'88esimo (espulso Favale) la sqaudra di Favarin viene ripresa al 95esimo da Rolando che mette il rete dal dischetto un rigore molto contestato.

-

Nella gara giocata sul campo di Vercelli la Lucchese non va oltre il pari contro il Gozzano. Di fronte a prochi intimi, con 50 tifosi arrivati da Lucca, la squadra di Favarin getta alle ortiche l’ennesima occasione per scalare la cassifica. Dopo un calcio di punizione che scalda i guanti a Falcone i rossoneri, per l’occasione in completo bianco, passano in vantaggio. L’arbitro assegna un calcio di punizione sulla trequarti offensiva. Lombardo vede il portiere fuori dai pali e calcia direttamente in porta con una parabola inidiosa. Sulla respinta con la complicita’ della traversa Sorrentino e’ il piu’ lesto di tutti e deposita in rete. Dopo sei minuti di gioco il risultato si sblocca e la Lucchese anziche’ subire cerca trame di gioco per rendersi pericolosa. Per contro il Gozzano prova ad aggirare la difesa sfruttando le fasce ma non si rende mai effettivamente pericoloso. Poco lucida la direttrice di gara, la signora Maria Marotta della sezione di Sapri, inizia a sventolare cartellini pesanti. Così nel finale Favale viene espulso fra le proteste della panchina. Ridotta in dieci nel recupero la Lucchese arretra e la signora Marotta al 95esimo trova anche il coraggio di assegnare questo calcio di rigore. Dal dischetto Rolando è implacabile e i rossneri tornano a Lucca con un solo punto e parecchi rimpianti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.