Abbandono scolastico: Lucca fa meglio della Toscana

PROVINCIA DI LUCCA - In Provincia di Lucca si studia di più rispetto alla media Toscana. Secondo i dati Istat sono il 9,7 per cento i giovani che non arrivano al diploma di maturità, contro il dato regionale che sale al 10,9 per cento.

-

In Provincia di Lucca si studia di più rispetto alla media Toscana. Secondo i dati Istat sono il 9,7 per cento i giovani che non arrivano al diploma di maturità, contro il dato regionale che sale al 10,9 per cent. Se guardiamo la vicina Massa Carrara il dato sale al 17 per cento, di oltre sette punti quindi rispetto alla Provincia di Lucca, nonostante le due città toscana facciano capo ad un unico provveditorato.

Numeri che rincuorano, se non fosse che l’Italia risulta tra le peggiori d’Europa: siamo al 14 per cento, il quarto paese con più abbandoni dopo Malta,  Spagna, e la Romania, che superano il 18 per cento.

La povertà educativa minorile rimane dunque una piaga che ruba il futura ai giovani, ma c’ è un fatto positivo per la provincia di Lucca i cui numeri sono destinati a migliorare ancora nei prossimi due anni. Sono in arrivo 483 mila euro per favorire le attività di aggregazione per contrastare la povertà educativa minorile. Si tratta di risorse finanziate da un fondo nazionale cui potranno accedere sei comuni della Versilia (Viareggio, Camaiore, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema) e 17 istituti scolastici. Più di mille gli adolescenti, tra gli 11 e i 17 anni interessati al progetto ‘Manchi solo tu’ lanciato dalla cooperativa sociale Crea.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.