Lite dopo il calcio-balilla: spara (a salve) contro il rivale e lo travolge con l’auto

CAPANNORI - Un cittadino italiano di anni 38 anni è stato arrestato nella notte dai Carabinieri, a seguito di una lite per futili motivi avuta in un bar di Capannori con un giovane del posto.

-

Si tratta di un impiegato che dovrà rispondere delle accuse di minaccia grave, lesioni e porto di arma clandestina in luogo pubblico.
Il diverbio è nato durante una partita di calcio balilla: tra il 38enne e un 25enne del luogo sono volati urla, spintoni e frasi minacciose. Tutto sembrava essersi poi ricomposto, quando, poco dopo, il 38enne abbandonava il locale, per fare poi ritorno armato di pistola, risultata poi un’arma a salve con la canna modificata per consentire l’espulsione di pallini di piombo. L’uomo ha anche esploso un colpo contro una delle persone presenti che fortunatamente non ha riportato gravi ferite. A quel punto gli avventori del bar hanno cercato di disarmarlo  ma l’aggressore è riuscito a raggiungere la propria auto e nella fuga con la macchina ha travolto e trascinato per alcuni metri il suo rivale, che poi è riuscito a liberarsi. Il 25enne è stato accompagnato visibilmente scosso presso l’ospedale di Lucca, dove a seguito dei traumi su tutto il corpo, ha ricevuto una prognosi di giorni 30.
Il 38enne è stato subito dopo rintracciato nella sua abitazione dai carabinieri ed arrestato.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.