L’omaggio della Versilia al centenario della Grande Guerra

VERSILIA - La Versilia ha celebrato il Centenario dalla Grande Guerra e dalla battaglia di Vittorio Veneto: domenica IV novembre, Giornata dell'Unità nazionale e delle forze armate, si sono moltiplicate le iniziative pubbliche.

-

A Forte dei Marmi autorità civili e militari, associazioni e numerosi cittadini hanno partecipato alla messa alla chiesa di Sant’Ermete, per poi unirsi in corteo e rendere omaggio alle lapidi di Palazzo Quartieri, al monumento al Marinaio e al monumento ai Caduti di tutte le guerre, presso le quali sono state deposte corone e tenuti momenti di raccoglimento, in ricordo delle numerose vittime causate dal primo conflitto mondiale.

Festeggiata l’Unità nazionale anche a Pietrasanta. Prima la deposizione di fiori al monumento di piazza Statuto, con il Senatore Massimo Mallegni. A seguire a Valdicastello le celebrazioni più partecipate. Dal parcheggio delle miniere un lungo corteo con cittadini, associazioni e autorità ha sfilato fino al monumento ai caduti accompagnato dalla Filarmonica di Capezzano Monte. Cerimonia toccante chiusa alla Chiesa di Valdicastello con l’omaggio a Don Libero Raglianti, l’eroico sacerdote insignito dal Presidente della Repubblica, Giuseppe Saragat del riconoscimento al merito civile per aver accolto con “carità cristiana perseguitati e feriti”.

Anche Seravezza ha ricordato il 4 novembre di 100 anni fa , quando entrava in vigore l’armistizio di Villa Giusti, con la conseguente resa dell’Impero austro-ungarico. Dopo l’alzabandiera al Parco della Rimembranza, la cerimonia con la Filarmonica di Riomagno, ha raggiunto piazza Carducci con l’orazione del sindaco Riccardo Tarabella.

 

 

 

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.