Mondinari a confronto a Barga; gli artisti della castagna all’opera

BARGA - La gara è stata organizzata da Pro Loco e ArtCom Barga in collaborazione con l’associazione città del Castagno, ed ha visto la partecipazione di diversi concorrenti provenienti anche da fuori comune. Il tutto di fronte ad un bel pubblico che si è divertito molto ad assistere ad una gara insolita, quanto originale, alla scoperta ed alla riscoperta di una vera e propria arte.

-

 

Ma quanto ancora è praticata questa cottura? Ce lo dicono gli stessi protagonisti della serata. (I concorrenti dovevano cuocere 200 castagne per ogni padella. Alla fine venivano giudicati sia il numero delle mondine non cadute dalla padella, ma anche quelle integre e quindi vendibili; la qualità della cottura e di presentazione, e, in caso di parità, anche il tempo di preparazione. )

Alla fine la vittoria è andata a Raffaele Marchi di Pegnana, un giovane che si è imposto per le sue mondine cotte molto bene e sbucciate in padella senza bruciature. Di un soffio ha prevalso su un grande professionista della padella quale è Oriano Regoli di Pieve Fosciana, sicuramente il più veloce a cuocere le mondine nella serata barghigiana, guadagnandosi scroscianti applausi; terza posizione per l’assessore barghigiano Pietro Onesti, inaspettato mondinaro di livello.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.