Reparti accorpati all’ospedale Versilia: scatta la mobilitazione

VIAREGGIO - Sindacati, comitati e personale sanitario sul piede di guerra dopo la decisione della Asl Toscana Nord Ovest di chiudere i reparti di oncologia, pneumologia e gastroenterologia dell'ospedale Versilia e ricollocare i rispettivi posti letto in Medicina generale.

- 1

Una riorganizzazione stabilita nell’ultima delibera della Asl, pubblicata pochi giorni fa, che ha messo in allarme medici e infermieri e spinto le organizzazioni sindacali alla mobilitazione.

Nella delibera si certifica un Versilia in affanno: l’ospedale di Lido ha il tasso di posti letto più basso dell’area nord ovest toscana mentre il Pronto soccorso ha il numero di accessi più alto di tutti. La carenza di personale sanitario sarà affrontata in Prefettura la prossima settimana.

Commenti

1

  1. Anna Maria Marchi


    Descrizione Ospedale Versilia:lunghissimi ed inutili corridoi,migliaia di porte adibite a spogliatoi,wc,segreterie( dove non c’è nessuno! ),strabiliante mancanza di posti letto,non esiste neppure 1 camera a pagamento,eccessiva mancanza di infermieri,di medici specializzati……Hai bisogno di esami urgenti: tramite Cup,sei mesi-un anno in lista d’attesa,tramite Libera professione: subito!Pronto soccorso: entro 24-48 ore ti fanno entrare( se sei fortunato! )Ora hanno tolto altri tre reparti: oncologia,pneumologia e gastroenterologia che saranno accorpati a medicina ed i malati curati da medici generici,non specializzati perché non ci sono più……Domanda:quando stiamo male,non andiamo al Versilia,ad aspettare di morire in piedi….restiamocene a casa sdraiati sul nostro letto,tanto il risultato è lo stesso.Oppure,se abbiamo tanti soldi e la possibilità di spostarci,scegliamo altri posti,molto più seri ed attendibili,con qualche speranza,ma con tanto amaro in bocca!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.