Sintomi di felicità lucchesi; completati due importanti progetti

LUCCA - In pochi mesi è stata acquistata una carrozzina per permettere alle persone a mobilità ridotta di vivere la via Francigena ed il progetto "Sintomi in cammino", ha raggiunto un prestigioso obiettivo. Due importanti progetti sono stati presentati e spiegati nella sede della Misericordia di Lucca.

-

Chi la dura la vince. Così l’associazione Sintomi di Felicità ha portato a compimento i due importanti progetti inclusivi riguardanti la disabilità finalizzato al territorio lucchese e l’altro per sostenere una struttura di ospitalità della via Francigena ad Acquapendente. Quattro eventi benefici tra il 2017 e il 2018 hanno permesso l’acquisto di una carrozzina da sterrato: la K-Bike. Si tratta di un ausilio ideato per provare l’emozione di una passeggiata in montagna o l’adrenalina di una corsa competitiva che potrà essere utilizzata da chiunque ne abbia la necessità. Tra l’altro la carrozzina può essere richiesta gratuitamente all’Arciconfraternita della Misericordia di Lucca, alla quale è stata donata. Altro importante traguardo è l’obiettivo raggiunto con il progetto “Sintomi in cammino” capitanato dalla lucchese Samantha Cesaretti.

Dunque i 5mila euro raccolti, grazie alla collaborazione con Free Wheels Onlus, andranno direttamente alla “Casa di Lazzaro” un antico convento ad Acquapendente dove suor Amelia ospita pellegrini e scout. Chiunque volesse dare un ulteriore contributo può andare sul sito “www.sintomidifelicità.it”. Tutto servirà alla ricostruzione del tetto alla bonifica dell’eternit presente. La volontà è quella di non fermare il contagio positivo dei sintomi. Infine ricordiamo che nel 2019 verranno progettate nuove iniziative.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.