Famiglia di Calavorno intossicata da monossido, grave 12enne

COREGLIA ANTELMINELLI - Un bambino di 12 anni di Coreglia è stato trasportato ieri sera in gravi condizioni all'ospedale di Cisanello per una intossicazione da monossido di carbonio. Il bimbo è stato portato a Pisa con l'elisoccorso ed è stato ricoverato in codice rosso. Dopo le prime cure, fortunatamente, è stato dichiarato fuori pericolo.

-

Quando si è sentito male intorno all’ora di cena, era in questa abitazione di Calavorno con altri 4 bimbi e 3 mamme a loro volta rimasti tutti intossicati ma in maniera non grave. Accortasi che il bimbo stava male la madre ha subito chiamato il 118 e, appena arrivato, il personale sanitario ha rilevato la presenza nelle stanze del pericolosissimo monossido di carbonio. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Coreglia e Castelnuovo, un’automedica e tre ambulanze. Sono arrivati anche i Vigili del Fuoco che hanno riscontrato la presenza di una stufa a legna che potrebbe aver avuto problemi alla canna fumaria; potrebbe essere questa la causa che ha portato al formarsi nella casa di un’alta concentrazione di monosssido. Questa mattina c’è stato un un nuovo sopralluogo, con la partecipazione anche del Comune di Coreglia.

Sono in corso accertamenti per chiarire l’esatta dinamica di quanto accaduto. Da ricordare che l’anno scorso proprio il monossido aveva provocato una vittima a San Pellegrino in Alpe e che un altro decesso era stato scongiurato dal coraggioso intervento di un carabiniere che aveva sfondato la porta di un’abitazione già satura del gas velenoso.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.