Ghiviborgo batte il San Donato; più vicino il titolo di campione d’inverno

CALCIO D - Dopo due anni e mezzo il Ghiviborgo torna al Porta Elisa e lo fa da capolista del girone E di serie D. Giornata fredda e clima pungente ma la squadra di Pagliuca ha voglia di stupire ancora. Di fronte il San Donato Tavarnelle degli ex-Russo (assente per influenza al pari di Signorini) e Giordani rimpolpato inoltre da un mercato sontuoso. Nel Ghivi rientra Elia Chianese. Dell'Orfanello c'è e rientra il bomber Ortolini. Il neoacquisto Remorini va in panchina.

-

Il Ghivi ci crede ma sa che l’avversario è di ottima qualità. Arbitra Duzel di Castelfranco Veneto. Il Ghivi sente profumo di campione d’inverno e si avventa subito in avanti. Dopo due minuti annullata una rete alla squadra di Pagliuca per una posizione di fuorigioco del centravanti Ortolini, segnalazione parsa ineccepibile. Spinge forte il Ghiviborgo. al 6′ Barsotti cambia fronte per Frugoli la cui conclusione viene deviata in angolo. Assedio dei biancorossozzuri: al 13esimo pericoloso tiro-cross di capitan Nolè che il 19enne portiere Fenderico devia con difficoltà ancora in angolo. Al 18 sussulto dei gialloblu ospiti: Pozzi calcia dai 40 metri e per poco non sorprende Sottoriva bravo a deviare sulla traversa. Brivido. Intanto giunge notizia del vantaggio di Tuttocuoio e Ponsacco. Minaccioso il San Donato al 31esimo: ci mette una pezza grande così Sottoriva su deviazione ravvicinata di Meucci. Ma al 36′ il Ghiviborgo passa: invenzione di un Frugoli in grandissimo spolvero e assist al bacio per Elia Chianese che a tu per tu col portiere insacca di esterno con tocco delizioso. Il Ghivi domina l scena  potrebbe raddoppiare poco dopo (40′) ma stavolta Frugoli sbaglia una ghiotta occasione solo davanti a Fenderico su lancio millimetrico di Ghini. Si va all’intervallo con la consapevolezza di un bel Ghiviborgo e di un avversario tosto. In avvio di ripresa la squadra di Pagliuca trova subito il raddoppio (3) con Ortolini, al 14esimo sigillo stagionale. La dura legge di Orto-gol. Contropiede micidiale col centravanti che dal limite si gira ed insacca a fil di palo. Al Porta Elisa si accendono le luci, fa quasi buio. Standing ovation al 77esimo. Esce Elia Chianese ed entra Remorini all’esordio. in biancorosso. Nel finale non succede latro di rilevante. Finisce 2 a 0 per il Ghivi che difende il primo posto e respinge l’assalto di Ponsacco e Tuttocuoio. Domenica ultima di andata e il titolo di campione d’inverno è più vicino.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.