Il fantastico volo di un Ghiviborgo stellare; storico primato in serie D

CALCIO D - La vittoria di Massa, combinata con gli altri risultati della giornata, ha permesso al Ghiviborgo di salire in vetta alla classifica di serie D. Un traguardo storico per la società della Media Valle. Domenica prossima arriva il San Donato T., la partita si giocherà al Porta Elisa di Lucca. Rientrano Ortolini e, forse, Chianese.

-

Talvolta i sogni diventano realtà. Ne sa qualcosa il Ghiviborgo che grazie alla vittoria di Massa balza solitario in testa al campionato di serie D. Una lunga rincorsa coronata alla 17esima, e alla faccia della cabala, dopo aver veleggiato a lungo nelle posizioni di vertice del girone E. Un primo posto maturato grazie anche alle inaspettate sconfitte di Tuttocuoio e Ponsacco, quella dell’ex-capolista neroverde anche in termini di punteggio (0-3). Agli Oliveti ha deciso una rete di Maccabruni, aitante difensore centrale salito su un corner battuto in modo magistrale da Frugoli. E pensare che il Ghivi era privo anche di due pezzi da 90: il bomber Ortolini, squalificato, e il fantasista Chianese alle prese con qualche problema fisico. Eppure la Pagliuca-band, una volta trovato il vantaggio, ha gestito con maturità la reazione invero sterile di una Massese opaca e spuntata e sulla quale il Condor Bonuccelli dovrò fare un gran lavoro. Una sorta di mezzo miracolo.

Un mercoledì da leoni dunque per una squadra, il Ghiviborgo, partita per disputare un buon torneo ma senza ambizioni di primato. Ed invece al’incedere del giro di boa di un torneo peraltro lunghissimo, 38 le giornate in programma, la formazione del presidente Fabrizio Nieri si ritrova davanti a tutti, a guardare le avversarie dall’alto in basso. Una classifica inattesa e da stropicciarsi gli occhi. Lo avevamo già detto e lo ribadiamo: questo Ghiviborgo ha il vantaggio di non dover vincere a tutti i costi il campionato e dunque può andare avanti senza troppe pressioni come forse hanno altri squadroni o presunti tali. Ora questo fantastico primo posto andrà però difeso. A partire già da domenica prossima quando i biancorossoazzurri torneranno al Porta Elisa. Sarà infatti sul prato dello stadio di Lucca che Nolè & C.affronteranno il San Donato Tavarnelle, interlocutore scomodo e da prendere con le molle. Talvolta i sogni diventano realtà e magari continuano pure…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.