Sempre più giovani le vittime della strada: “L’omicidio stradale non basta”

VIAREGGIO – Cala il numero degli incidenti stradali e soprattutto il numero di morti sulle strade della provincia di Lucca. Ma i feriti e le vittime sono sempre più i giovani tra ai 18 e i 21 anni.

- 1

A loro quindi hanno parlato le forze dell’ordine e le istituzioni locali nel convegno sulle vittime della strada promosso dalla Prefettura al Teatro Jenco di Viareggio di fronte agli studenti di diverse scuole superiori viareggine.

I dati presentati dal Comando della Polizia Stradale, vedono nel 2017 un numero di sinistri che supera i 1800, concentrati soprattuto tra Lucca città e la costa versiliese, Viareggio in particolare. In lieve dimunzione, del 2% appena rispetto all’anno precedente.

In sensibile calo il numero di morti. 24 contro i 45 del 2015, il 25% in meno.

Il sabato, e la domenica soprattutto, sono i giorni più a rischio, nelle zone turistiche. Gli incidenti aumentano del 20% nella fascia notturna.

Dati che non soddisfano di certo. E per invertire la tendenza non basta di certo la sola introduzione del reato di omicidio stradale.

A parlare ai ragazzi anche Stefano Pezzini, papà di Elisa, 15enne vittima della strada.

Commenti

1


  1. come in tutti i problemi, il — problema — dovrebbe essere guardato negli occhi,,,, credo che la causa non sia solo un perchè , ma molteplici perchè che vanno a incastrarsi l’ un l’ altro,,,,, in certi momenti parlare di sorpasso pericoloso—- quando si vede un ape 50 che fa una coda di chilometri al mattino , i gruppi di ciclisti che con la loro prepotenza fanno il bello e il brutto sul’ asfalto , tante con-cause possono generare incidenti , una testa calda , che ha fatto il bullo , il prepotente a scuola nei confronti di un compagno di scuola,,,, un imbecille come quello la patente la dovrebbe avere a 70 anni,,, tanto se è — furbo — a scuola lo sarà anche nel mondo del lavoro e tanto più quando sarà alla guida,,,,, tanto l’ importante fare le contravvenzioni con l’ autovelox alle ore di punta ,,,,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.