Manifesto Calenda, Del Ghingaro: “Nessun fine elettorale”

VIAREGGIO - Unirsi per combattere il "pericolo sovranista". Sarebbe questa, stando alle parole del sindaco Giorgio Del Ghingaro, l’unica motivazione che lo ha spinto ad aderire al manifesto europeista dell’ex ministro allo sviluppo economico Carlo Calenda

-

Unirsi per combattere il “pericolo sovranista”. Sarebbe questa, stando alle parole del sindaco Giorgio Del Ghingaro, l’unica motivazione che lo ha spinto ad aderire al manifesto europeista dell’ex ministro allo sviluppo economico Carlo Calenda. Una nuova coalizione nata proprio, in realtà, in vista delle elezioni europee, ma il primo cittadino di Viareggio nega il fatto che questa operazione, politica fino a prova contraria, sia funzionale ai prossimi appuntamenti elettorali. Le europee di maggio, ma anche le amministrative del 2020.

Il listone unico di salvezza nazionale non sarà – secondo quanto dichiarato da Calenda – il Pd sotto altre forme, ma ne porterà comunque anche il logo. Il complesso quadro della politica nazionale non esclude, infatti, che l’operazione Calenda, possa rappresentare un tentativo di attutire il trauma elettrale del centrosinistra, posticipando la risoluzione dei problemi in casa Pd.

Fatto questo irrilevante per il sindaco Giorgio del Ghingaro, ex Pd, candidatosi con una lista civica nel 2016 contro lo stesso partito democratico.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.