Sport e solidarieta’, l’Allegra Brigata sbanca in Piemonte

SPORT - Alla XXX edizione dei Giochi Nazionali Invernali Special Olympics a Bardonecchia i portacolori capannoresi hanno fatto vera incetta di medaglie e piazzamenti, ritornando a casa con ben 5 medaglie d’oro, 11 d’argento, 8 di bronzo.

-

<<Oltre cinquecento atleti della neve provenienti da tutta Italia – spiega la responsabile del settore tecnico de L’Allegra Brigata, Claudia Maiorano – hanno raggiunto le montagne di Bardonecchia e Valsusa e dove sono stati i protagonisti dei XXX Giochi Nazionali Invernali Special Olympics. Ganno Gareggiato nelle specialità di sci nordico, sci alpino, corsa con le racchette da neve e nello snowboard. Il tutto facendo sempre fede al loro giuramento: “Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze”. Un ricco programma di gare che ha visto scendere in pista veramente tanti atleti, di cui quattordici della nostra associazione. Ma iniziamo dalla prima giornata di gare preliminari, importante perché queste gare preliminari rappresentano una fase fondamentale dei Giochi Special Olympics. Ogni atleta infatti, é valutato in base al suo grado di capacità e viene assegnato dai tecnici a batterie di pari livello. Il risultato è straordinario: chiunque può vincere la medaglia d’oro basta mettere in pista tutte le proprie forze! A seguire le giornate successive di finali su diverse distanze. Il villaggio olimpico, il centro di Bardonecchia per accogliere atleti e familiari nei tempi di non gara è stato piuttosto accogliente e ben organizzato>>.

Rilevante è stata la Cerimonia di Apertura di questi XXX.i Giochi Nazionali Invernali Special Olympics con il momento più atteso: l’accensione del tripode.

<<Due sono state a mio parere le immagini più belle – continua Claudia Maiorano – la prima un cartellone sorretto da tanti bambini delle scuole di Bardonecchia ha sottolineare la risposta del territorio che poi si sono riversati a bordo pista a tifare gli atleti Special Olympics assieme alle autorità delle istituzioni e la gente comune. L’altra è stata vedere i nostri atleti che firmano autografi, proprio come accade alle persone importanti che segnano in qualche modo la vita e che si ha la fortuna di incontrare dal vivo. Un segnale forte che questa è la vera “rivoluzione”, agli occhi dei bambini, questi atleti non appaiono “diversi”, ma sono atleti, sono sportivi, sono “supereroi” e tutto sotto la bandiera della #inclusionrevolution. Tutto questo una fotografia che dona speranza per un futuro migliore dove alle diversità si risponde sempre con l’entusiasmo dell’accoglienza e dell’inclusione. Infine desidero ringraziare di cuore cominciando dagli atleti della brigata, poi i volontari: Patrizia, Sebastiano, Luca e Silvia e i tecnici della Focolaccia: Mauro G., Roberto, Luciano, Mauro V. e Luciano, un grazie particolare a: #mondodiclaudiomarchini, #anffaslucca ed alle famiglie della brigata, e a chi ci ha sostenuto e tifato da casa in uno scambio continuo di belle emozioni, vissute in diretta tramite i social web>>.

Infine la presidente de L’Allegra Brigata, Serena Frediani ha commentato la grande prestazione del team: <<Ori, argenti, bronzo. L’Allegra Brigata ha fatto il pieno di successi e di allegria. Adesso il grazie più grande, la medaglia del Cuore, va a Claudia, ai tecnici della Focolaccia sci di fondo Lucca, ai volontari, ai genitori supporters. Insomma una medaglia per tutta questa grande famiglia che è l’Allegra Brigata>>.

Il Team Lucca L’Allegra Brigata a questo importante appuntamento nazionale, che era presente con una delegazione di 24 persone: 14 atleti, cinque tecnici, un capo delegazione e quattro 4 accompagnatori, visti i risultati possiamo affermare che è stato quindi tra i sodalizi sportivi protagonisti sui campi di gara torinesi. In quel di Bardonecchia i nostri atleti hanno gareggiato, nello sci di fondo (50, 100, 500 metri e staffetta 4×100 metri) con Lorenzo Fazzi (classe 93), Sara Matteucci (94), Loretta Pantera (76), Benedetto Wolkestein Braccini (83), Matilde Zipoli (93) dove hanno conquistato: 2 ori, 2 argenti (di cui uno nella entusiasmante gara di chiusura dei Giochi, da restare con il fiato in sospeso fino all’ultimo metro, nella staffetta 4×100 di sci di fondo arrivando di un soffio al secondo posto) e 5 bronzi, ma anche due atleti appena fuori dal podio al quarto posto; mentre nelle gare con le ciaspole o racchette da neve (25 e 50 metri) si sono misurati con gli avversari: Davide Auricchio (95), Rachele Bertolozzi (87), Samantha Incrocci (79), Guido Settimelli (77), Marina Petri (90), Kleo Provvedi (95), Luciano Ragghianti (87), Manuel Ricci (95) e Luca Nannini (89), che sono saliti per ben 3 volte sul gradino più alto del podio, 9 sul secondo e 3 sul terzo, inoltre due piazzamenti al quarto e uno al quinto posto. I ragazzi special olympics de L’Allegra Brigata erano accompagnati dai tecnici e maestri della Focolaccia Sci Fondo Lucca: Mauro Guidotti, Roberto Cerri, Luciano Fanucchi, Luciano Lucchesi e Mauro Vannucchi, la capo delegazione: Claudia Maiorano ed i volontari: Patrizia Lorenzoni, Silvia Barbetti, Luca Bonelli, Sebastiano Ricci.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.