Strangola figlio con cavo pc poi avverte i carabinieri.

TORINO - Ha ucciso il figlio adottivo, Giacomo Forla che per 10 anni aveva vissuto a Lucca con la compagna, e poi ha chiamato i carabinieri: "Venite a prendermi", ha chiesto, in lacrime, incredulo davanti a ciò che aveva appena compiuto

-

Flavio Forla, 70 anni, medico in pensione ed ex vicesindaco di Sant’Antonino di Susa (Torino), ha aggredito il figlio Giacomo, 36 anni, al culmine dell’ennesima lite scoppiata nella loro abitazione in bassa Valle di Susa. La vittima soffriva di depressione e aveva disturbi comportamentali. Per una decina d’anni ha vissuto a Lucca insieme alla sua compagna. Poi lei lo ha lasciato e lui, quattro mesi fa, è tornato a casa dai genitori in via Superga 5 a Sant’Antonino. Un figlio difficile, con frequenti attacchi d’ira che nell’ultimo periodo si erano intensificati. Era seguito da uno psichiatra. Oggi, quando la moglie è uscita la situazione è precipitata. Tra i due, per motivi ancora da chiarire, è scoppiato un diverbio e l’anziano padre ha afferrato un cavetto del computer e ha soffocato il figlio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.