Al tricolore invernale di lanci la Virtus punta tutto su Roberto Orlando

ATLETICA - Grande appuntamento per tutti gli appassionati di atletica leggera. Dopo due anni tornano infatti a Lucca i campionati italiani invernali di lanci. Le pedane del Moreno Martini sono pronte ad ospitare sabato e domenica i migliori interpreti e le promesse di Martello, Giavellotto e Disco. La Virtus punta tutto su Roberto Orlando.

-

Due anni di purgatorio ma adesso Lucca torna la capitale dei lanci. Sarà infatti il Moreno Martini ad ospitare sabato e domenica il campionato italiano invernale di lanci per l’accurata organizzazione della Virtus CR Lucca. Sulle pedane dell’impianto lucchese i migliori specialisti italiani si confronteranno in gare che si profilano di indubbio interesse e talvolta anche di buon livello tecnico. Categoria Assoluta ma anche anche Promesse, Juniores e Allievi per apprezzare i campioni di oggi ma anche quelli del futuro. Lancio del martello, giavellotto e disco saranno le tre specialità su cui ci si batterà ove si consideri che il getto del peso viene svolto in sala e quindi non fa parte del programma. I nomi più blasonati sono quelli di Lingua, Falloni  eBeertolini; Sara Jemai e e Zahra Bani in campo femminile.

Tutto sotto la supervisione dei tecnici azzurri a cominciare da due grandi ex-campioni quali Nicola Vizzoni e Claudia Coslovich che a Lucca giocano in casa. Sono 107 gli iscritti per la due giorni di gare che sarà determinante ai fini della composizione della squadra azzurra per la Coppa Europa di lanci di Samorin (Slovacchia) del 9 e 10 marzo e, in chiave giovanile, per il team azzurro under 23 che parteciperà al match internazionale contro la Francia del 2 marzo ad Ancona.

In casa-Virtus una sola carta da giocare ma di notevole livello e con speranza anche di podio. Parliamo di Roberto Orlando, 23enne giavellottista salernitano ormai da alcune stagioni in forza alla società lucchese. Orlando si presenta con la quarta misura di iscrizione in una gara che vede nettamente favorito Roberto Bertolini. Una medaglia di bronzo sarebbe un risultato di assoluto valore. Non ce l’ha fatta invece a qualificarsi Asia Salerno.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.