Droga in pineta: arrestato anche il fratello dell’aggressore del poliziotto

VIAREGGIO - E' stato arrestato anche Hassan Rami, il fratello di Mustapha, il 20enne marocchino fermato nei giorni scorsi per la brutale aggressione ai danni di un poliziotto di 28 anni la sera del 6 febbraio nella Pineta di Ponente.

-

L’agente, colpito con una pietra al volto, aveva subito un delicato intervento chirurgico, risultando fuori pericolo.

Il giovane, proprio come il fratello, è accusato di spaccio di droga. Irregolare in Italia e con numerosi precedenti alle spalle. E’ stato fermato nei giorni scorsi dagli agenti del Commissariato di Polizia di Viareggio nel corso dei massicci controlli anti-droga disposti nel parco cittadino. Insieme ad altri due nordafricani è stato fermato e accompagnato al Centro di permanenza per i rimpatri di Torino, dove rimarranno in attesa di essere trasferiti nei paesi di origine.

Il fratello Mustapha intanto resta in carcere a Lucca: era stato individuato e arrestato in pochissimi giorni dagli uomini del Commissariato per i’efferto attacco al giovane agente. Era già stato beccato varie volte in passato sempre per spaccio di droga.

Intanto proseguono in queste settimane i controlli della polizia, insieme al personale del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze, per garantire il regoalre svolgimento delle manifestazioni di Carnevale, che vedono ai nastri di partenza anche le feste rionali in notturna. In questi ultimi giorni le forze dell’ordine hanno controllato in tutto 50 persone, 30 stranieri, e vari negozi della città.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.