La sfida di Stefano: una nuova stalla nella Piana di Lucca

CAPANNORI - Fino a qualche decennio fa l'entrata in attività di una stalla nella Piana di Lucca era quasi un fatto quotidiano. Adesso è un evento che merita la presenza del sindaco e il taglio del nastro.

- 1

Soprattutto se, come nel caso della stalla di Stefano Baisi, a Lammari, è stata realizzata anche grazie ai fondi europei distribuiti dalla Regione Toscana.

La stalla, che Stefano ha ereditato dal nonno, prima si trovava in paese, in mezzo alle case, ma per diversi motivi dava noia ai vicini. Il giovane doveva decidere se smettere o continuare. Non ha voluto mollare ed ha avuto l’idea di trasferire l’attività in mezzo ai campi. Un sogno che è stato realizzato grazie ai fondi del Progetto integrato di filiera.

E così è nata questa struttura, capace di ospitare 70 capi e dotata di uno spazio esterno dove far pascolare le mucche. Dal latte si ricavano, formaggi, ricotta e yogourt che vengono venduti nei mercati contadini di Capannori e Lucca e in quelli di ‘Campagna amica’ della Coldiretti.

E’ vero, il settore è difficile, come dimostra la protesta in corso in Sardegna. Ma questo non scoraggia Stefano.

Per il sindaco Menesini l’apertuta di questa nuova struttura è importante perchè indica una possibile attività per i giovani e perchè dimostra il sostegno che le istituzioni possono dare concretamente ad agricoltura ed allevamento.

Commenti

1


  1. Sarebbe bello fare un servizio nella vecchia stalla per vedere come è stato lasciato il luogo.
    Un ammasso di eternit e letame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.