Mercato immobiliare, segnali di ripresa

PROVINCIA DI LUCCA - Segnali di ripresa per il mercato immobiliare in Toscana nell'ultimo trimestre. Dopo anni di stallo, le compravendite stanno lentamente aumentando nonostante i prezzi rimangano stabili o siano ancora in leggero ribasso

-

E dopo la fuga verso le campagne dei decenni passati, si assiste ad una tendenza contraria, ovvero a privilegiare immobili nei centri storici e in luoghi dove i servizi sono di buon livello. A indicarlo sono i dati dell’Osservatorio immobiliare regionale della Fiaip, la Federazione degli agenti immobiliari professionali. Numeri che indicano che in Toscana il mercato immobiliare è ricco e che ha tenuto meglio rispetto ad altre parti. Nel dettaglio, i valori di mercato al metro quadro elaborati da Fiaip s riferiscono sempre ad immobili residenziali non di lusso di circa 80-100 metri quadrati, in medio stato di manutenzione. Nella zona del centro, a Lucca, si va da un minimo di 2500 euro al metro quadro ad un massimo di 3100 euro. Cifre che diminuiscono spostandosi nelle aree limitrofe al centro – dai 2000 ai 2600 euro al metro quadro – e in periferia – da 1800 fino a 2200 euro al metro quadro. I prezzi si abbassano ulteriormente in località come la Garfagnana, la Mediavalle e la Piana di Lucca, dove la valutazione media per un immobile residenziale non di lusso ha un valore minimo di 900 euro e un valore massimo di 1100 euro al metro quadrato. In controtendenza la valutazione degli immobili sul litorale della Versilia: a Viareggio i prezzi medi vanno da un minimo di 1800 euro ad un massimo di 2200 euro al metro quadro.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.