SiAmo Lucca: “Tambellini vieti il transito dei Tir sulla circonvallazione”

LUCCA - Le liste d'opposizione in consiglio comunale, SiAmo Lucca e Lucca in Movimento, hanno chiesto al sindaco Tambellini di vietare il transito dei Tir sulla circonvallazione, almeno in certe fasce orarie.

- 2

“Riteniamo – si legge in un documento delle due liste – anche per l’imminente partenza delle telecamere in viale Europa a Marlia, con quello che dunque si annuncia come un inasprimento dei controlli e delle multe, anche Lucca debba agire”. Le liste hanno comunque  definito “sconcertante” la lite in atto tra i sindaci di Lucca e Capannori sugli Assi Viari.

Commenti

2

  1. Alessandro Giannasi


    Beh,penso che a livello demagogico,vada bene tutto ed il contrario di tutto… all’atto pratico,si possono perseguire soltanto strumentalizzazioni…come presidente provinciale di Confartigianato imprese trasporti,non posso che esprimere ilarità di fronte ad un contesto generato da politiche amministrative dello stesso stampo…ormai sono anni che subiamo attacchi da ogni parte,ci mettono paletti in tutte le ruote,come se togliere i camion dalle strade (cosa peraltro fattibiliissima) fosse la risoluzione di tali problemi…che lo facciano ,una volta per tutte,almeno in futuro eviteremo,come cittadini e come politica,di renderci soltanto ridicoli…per un confronto diretto,io sono qua… l’unica cosa che mi auguro,che a questo punto ciò,avvenga davvero..


  2. Buongiorno,
    la lite è in atto perchè il Sindaco Tambellini non vuole ammettere che il progetto dell’asse Nord-Sud vada rivisto come chiesto dal sindaco Menesini. Sono d’accordo con quest’ultimo che lo definisce “un troiaio”. Ci saranno zone del comune di Capannori, soprattuto produttive, che saranno attraversate dall’opera senza sbocchi immediati, senza congiunzioni con le vie esistenti, ma oltrepassate mediante terrapieni o viadotti, tali da non modificare la situazione attuale riguardo al traffico pesante.
    Se Tambellini avesse un po’ di onestà intellettuale, invece di sottostare a direttive di partito, il quale vuole a tutti costi realizzare l’opera per prendersi i meriti, ammetterebbe sicuramente la revisione dell’opera, in modo da fare fin da subito una buona infrastuttura, visto il costo di svariati milioni di euro, senza dover un giorno spenderne altri per fare sicuramente delle modifiche, dato le critiche attuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.