Sonnifero nello spumante, commerciante rapinato da una donna

LUCCA - Una lucchese di 32 anni, di origine sinta, è stata arrestata dalla polizia per un episodio avvenuto a Lucca nel giugno scorso. La donna si era presentata in un negozio con la figlia 14enne, con la scusa di festeggiare con il titolare del negozio il compleanno della ragazza.

- 1

Aveva tirato fuori una bottiglia di spumante, ma nel bicchiere destinato al commerciante aveva versato una dose di clonazepam, un farmaco che funge anche da induttore del sonno. Un volta che l’uomo è entrato in stato confusionale, la donna ha fatto uscire la figlia, ha abbassato la saracinesca del negozio e mentre lo circuiva con avances sessuali, ha sottratto dalla cassa circa 300 euro. Poi si è allontanata. A scoprire quanto accaduto è stata la moglie del commerciante, sopraggiunta poco dopo. Ha dovuto accompagnare il marito al pronto soccorso ed ha capito cos’era successo guardando le immagini delle telecamere di sicurezza.

E’ stata avvertita la Polizia che alla fine ha identificato la donna. Tra l’altro la 32enne a gennaio è tornata nel negozio chiedendo altri soldi e minacciando il commercainte di raccontare l’accaduto alla moglie. L’uomo però lstavolta ‘ha cacciata dal negozio.

Mercoledì sera la polizia ha trovato la donna in un campo nomadi a Lucca e l’ha arrestata.

Commenti

1


  1. poi se provi a difenderti AVREBBERO il coraggio di darti del RAZZISTA…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.