Assi viari, il Comitato del no ricorrerà al Tar

LUCCA - Sala parrocchiale di San Cassiano a Vico gremita per l'incontro pubblico promosso dal Comitato per il no agli Assi viari. All'ordine del giorno, le iniziative per bloccare il progetto che, secondo il comitato, è improponibile per la Piana di Lucca.

- 1

Come aveva già annunciato a Capannori, all’incontro ad Artè, Alessio Stefanini, il Comitato tenterà il ricorso ad un Tribunale amministrativo regionale.

Secondo il Comitato non sono più possibili le modifiche al progetto proposte dal sindaco di Capannori, Menesini.

 

 

Commenti

1

  1. Legambiente Lucca


    Il “tentativo” citato nell’intervento di NoiTV è appropriato per descrivere il gioco dei dadi, mentre il ricorso alla giustizia amministrativa è una delle caratteristiche essenziali dello stato di diritto poiché, in questo modo, si rende effettiva la sottoposizione della pubblica amministrazione alla legge, secondo il principio di legalità.

    Quanto all’inciso “Secondo il Comitato non sono più possibili le modifiche al progetto proposte dal sindaco di Capannori, Menesini” sottoponiamo ai lettori la lettura della procedura di approvazione del progetto definitivo degli Assi Viari (c. 3 art. 166 D.lgs 163/2006), lasciando trarre agli stessi le conclusioni:

    “3. Il progetto definitivo e’ rimesso da parte del soggetto aggiudicatore, del concessionario o contraente generale a ciascuna delle amministrazioni interessate dal progetto rappresentate nel CIPE e a tutte le ulteriori amministrazioni competenti a rilasciare permessi e autorizzazioni di ogni genere e tipo, nonchè ai gestori di opere interferenti. Nel termine perentorio di sessanta giorni dal ricevimento del progetto le pubbliche amministrazioni competenti e i gestori di opere interferenti possono presentare motivate proposte di adeguamento o richieste di prescrizioni per il progetto definitivo o di varianti migliorative che non modificano la localizzazione e le caratteristiche essenziali delle opere, nel rispetto dei limiti di spesa e delle caratteristiche prestazionali e delle specifiche funzionali individuati in sede di progetto preliminare.”

    https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=2218859018153073&id=283731154999212&

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.