Confindustria: “Avanti con gli Assi viari, no a ripensamenti”

LUCCA - Avanti con gli Assi viari, no a qualsiasi ripensamento che possa vanificare un'opera attesa da decenni dalle imprese. E' chiara la posizione di Confindustria Toscana Nord sul sistema tangenziale lucchese.

-

Avanti con gli Assi viari, no a qualsiasi ripensamento che possa vanificare un’opera attesa da decenni dalle imprese. E’ chiara la posizione di Confindustria Toscana Nord sul sistema tangenziale lucchese, con chiaro riferimento alla richiesta del sindaco di Capannori Menesini che vorrebbe invece cambiare il tratto di collegamento con il casello del Frizzone. Per gli industriali si possono accogliere solo le modifiche che non comportino una riprogettazione dei tracciati, come spiega il presidente dei costruttori edili, Stefano Varia.

In realtà anche gli stessi industriali potrebbero proporre modifiche per migliorare i collegamenti con le aziende. Ma non dovrà trattarsi di modifiche sostanziali.

Martedì scorso, alla presentazione del progetto definitivo, il consigliere regionale Baccelli aveva accusato Confindustria di non essersi spesa molto negli ultimi tempi a favore degli Assi viari. Una ricostruzione che palazzo Bernardini respinge.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.