Dal Messico alla Cittadella per imparare l’arte della cartapesta

VIAREGGIO - Un Carnevale dal respiro sempre più internazionale. E' questo l'obiettivo da raggiungere di qui ad un anno, ovvero entro la fine del mandato, per Marialina Marcucci, Presidente della Fondazione, che a dieci giorni dalla chiusura del Carnevale dei record ha tracciato un bilancio della sua attività.

-

Ospite di Sergio Talenti a “Parlando Con…” su Noi Tv, a bocce ferme, ha analizzato gli scenari futuri. Burlamacco, quest’anno sempre più globale e social, collaborerà presto con il Messico per la tradizioanale festa dei morti, o “giorno delle anime”.

La Cittadella resterà al centro, come luogo non solo di creazione artigianale ma anche di formazione. Oltre 2mila gli studenti del territorio portati agli hangar durante il Carnevale. Già venti le richieste di iscrizione all’Academy per “diventare carristi”: 14 i posti disponibili per seguire le lezioni dei maestri costruttori.

Finito il Carnevale e le consegnati i premi, visto il tesoretto raccolto al botteghino, c’è chi pensa ad un Carnevale estivo, come nel 2011-2013. Ma Marcucci boccia l’idea.

E infine, ad un anno dalla fine del mandato, la domanda che in tanti si pongono. Potrebbe esserci un Marcucci-bis?

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.