Marcucci, litigata show con la presidente del Senato

ROMA - Un giovedì sulle barricate per il senatore Andrea Marcucci, capogruppo al senato per il Partito Democratico, con le immagini che sono state riproposte sui siti e sulle tv a livello nazionale.

- 5

Prima il senatore barghigiano è stato protagonista di un acceso botta e risposta con il presidente del senato, Casellati, nel corso delle dichiarazioni di voto sulle mozioni di sfiducia al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli.

Poi,alla fine del suo intervento, Marcucci ha consegnato al ministro Toninelli  l’elenco delle oltre 600 opere pubbliche bloccate dal ministero, e dai banchi del Pd, all’insegna del ministro, è partito il grido “prendilo, cretino”.

Commenti

5

  1. Francesca Donato


    Ma da quale pulpito..dio santo ma questi hanno un pelo sullo stomaco per 30 anni hanno contribuito in prima persona allo sfascio totale dell’ Italia ed ora si atteggiano a paladini della salvezza

    • Gerardo Di Flumeri


      Se tenta di fare un percorso alla memoria, avete lasciato l’Italia stesa per terra quando inneggia are al centro dx, quali lega & FI… Ricorda?
      A male modo l’Italia s’è rialzata portando col PD lo spread da 500 a 130 (marzo 2018 …. Ricorda???
      Ora che ci siete voi lo avete riportato alle soglie di 300… Cazzo, ma sa quanti miliardi di debiti si sono aggiunti??? Chi li pagherà sono sempre gli stessi, chi lavora e i pensionati… Stop…
      Chi vivrà vedrà


  2. Perché? Nove mesi addietro erano sbloccati quei cantieri?… Ma pensano che siamo tutti scemi???

  3. Ivo Di Dionisio


    Sono offeso per il linguaggio usato dai senatori che danno del “cretino” a un ministro della Repubblica Italiana; credo che non sia stato il senatore Andrea Marcucci; ma da altri senatori, in particolare si distingue una voce.
    Sarebbe corretto che la Presidente del Senato faccia i nomi dei senatori che hanno pronuciata la parola “cretino” perchè penso che abbiano offesi tutti gli italiani di qualsiasi colore politico. La parola pronunciata è una offesa all’uomo e agli elettori italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.