“Messa alla prova” per i bulli dell’ITC

LUCCA - I sei giovani protagonisti degli episodi di bullismo all'ITC Carrara dovranno 'scontare' la messa alla prova: per loro si apre quindi una fase di lavori socialmente utili, e di studio "sotto controllo" dei giudici del tribunale dei minori ai quali dovranno dimostrare di aver assolto ai loro obblighi.

-

 

In cambio otterranno il perdono giudiziale, la cancellazione – almeno sul fronte penale – di quello di cui erano stati accusati dalle indagini svolte da polizia postale e squadra mobile di Lucca. Così ha deciso il giudice per le udienze preliminari del tribunale dei minori di Firenze che ha esaminato il caso. Il giudice ha accolto la richiesta del pm – che era poi quella fin dall’inizio sostenuta dagli avvocati difensori dei 6 ragazzi imputati. Soltanto per uno di essi – che attualmente studia in un college all’esterno – la posizione non è stata definita. Sarà presa una decisione nell’udienza fissata al prossimo 14 novembre, quando sarà fatta una verifica della messa alla prova. In quel caso i giudici decideranno se la messa alla prova sarà stata assolta e quindi se per loro sarà estinto il reato oppure no.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.