Ospedale Versilia, assunti quattro infermieri e sei operatori

LIDO DI CAMAIORE - Quattro nuovi infermieri e sei operatori socio sanitari per il pronto soccorso e l'area medica dell'ospedale Versilia. Il piano delle assunzioni lampo per far fronte alle necessità del momento è stato annunciato dall'Asl Toscana

- 1

Quattro nuovi infermieri e sei operatori socio sanitari per il pronto soccorso e l’area medica dell’ospedale Versilia. Il piano delle assunzioni lampo per far fronte alle emergenze della stagione estiva è stato annunciato dall’Asl Toscana nord ovest che prevede di assumere, entro l’anno, cento infermieri su tutto il territorio aziendale. Stamattina, la nuova direzione, in una riunione con i responsabili del personale e del dipartimento infermieristico, ha fatto il punto sulla situazione nei diversi ambiti territoriali e ha stabilito, per della Versilia, di anticipare, con il ricorso al tempo determinato,  l’entrata in servizio per dieci dipendenti, che poi saranno stabilizzati, in considerezione delle molte assenze estemporanee.

“Queste nuove assunzioni, che andranno a ricoprire ruoli attualmente vacanti – spiega la nuova direttrice generale dell’Asl Nordovest Maria Letizia Casani, sono indipendenti dal piano assunzioni che è in fase di predisposizione e che verrà discusso con le organizzazioni sindacali.

“Inoltre – sottolinea la direttrice generale – La Regione Toscana si è già impegnata, concordandolo con i sindacati dei medici e del comparto, di ricoprire, nel più breve tempo possibile, tutti i posti lasciati liberi, facendo anche ricorso alla Corte Costituzionale contro il vincolo sul personale. Siamo in attesa che la Corte Costituzionale si pronunci sul ricorso che, in caso di vittoria, permetterà di aumentare l’organico”. Non solo aumento del personale, ma anche più posti letto  nelle strtture sanitarie del territorio, che possano fare da supporto all’ospedale. L’area medica ne ha già acquisiti dieci –  Sono questi gli impegni in agenda che la  nuova direttrice generale Casani ha presentato in un confronto con la Conferenza dei sindaci. Tra gli obiettivi, anche il miglioramento dei tempi di attesa per prestazioni specialistiche e di diagnostica, intrapreso a partire da dicembre 2018 grazie ad un consistente investimento regionale.

Commenti

1


  1. Io sono un oss che lavora nell’azienda ospedaliera di bologna a Sant’Orsola malpighi a tempo indeterminato, come posso fare per lavorare presso di voi, per motivi familiari mi devo trasferire a camaiore? Grazie mille viola Caterina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.