Presentato un volume sulla tragica fine del pilota inglese Spencer

MOLAZZANA - Presso la sala degli incontri del Museo della Linea Gotica a Molazzana è stato presentato il volume "La morte del pilota sergente Spencer", scritto da Fabrizio Nicoli in collaborazione con Alberto Giannecchini. La presentazione del libro è stata curata dal prof Angiolo Masotti profondo conoscitore della geo-politica della zona durante la Seconda Guerra Mondiale.

- 1

 

Tutto nasce da un disperato tentativo del pilota appena colpito in battaglia che individuò la zona bassa di Ghivizzano lungo il serchio per tentare un difficile atterraggio di emergenza.

L’aereo condotto dal Sergente Spencer era uno Spitfire motorizzato Rolls-Royce e di fatto fu anche l’unico abbattimento verificatosi nella Valle del Serchio. il pilotà non riuscì a sopravvivere all’impatto anche se ci fu un estremo tentativo di curarlo. Questa è la pompa del carburante che fu recuperata da un abitante del posto.

Il museo della Linea Gotica oggi è composto da due sale museali: una è dedicata alle formazioni Italiane come la San Marco, la Monte Rosa e all’esercito tedesco; l’altra ai partigiani e agli alleati, ma a breve ci sarà una novità.

Commenti

1


  1. Quello del Sergente W.Spencer non è stato l’unico abbattimento di aerei alleati durante la Seconda Guerra Mondiale nella zona della Garfagnana e più in generale della Valle del Serchio. Si hanno notizie di altri episodi, ad esempio quello dell’aviatore americano T.Matula che pilotava un P-47D e fu abbattuto dalla contraerea tedesca nel febbraio del 45 in zona San Romano Garfagnana. Nello stessa azione anche il sottotenente americano A.Lyth subì danni al proprio veivolo. Dopo un atterraggio di emergenza fu catturato dai soldati italiani della divisione “Monterosa” e ucciso alcuni giorni dopo dai suoi carcerieri in zona Camporgiano, in un episodio mai del tutto chiarito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.