Centro massaggi a luci rosse, scattano due denunce

VIAREGGIO - Ci sono nuovi sviluppi nell’indagine del commissariato di polizia che il 3 aprile aveva portato alla chiusura di nove centri massaggi cinesi a Viareggio. Sono stati denunciati i titolari di due attività.

-

Ci sono nuovi sviluppi nell’indagine del commissariato di polizia che il 3 aprile aveva portato alla chiusura di nove centri massaggi cinesi a Viareggio. Sono stati denunciati i titolari di due attività: una donna per favoreggiamento alla prostituzione e un uomo per favoreggiamento all’immigrazione clandestina.

Dall’ indagine condotta dalla polizia, è emerso che in uno dei centri le massaggiatrici si prostituivano. Durante i controlli, un cliente ha riferito di aver pattuito con la titolare dell’attività una prestazione sessuale, interrotta a causa dell’arrivo del personale di polizia. All’interno del centro erano stati rinvenuti alcuni profilattici usati e altri ancora sigillati e nascosti in un mobile. Sono questi i motivi che hanno poprtato alla denuncia di una titolare per il reato di favoreggiamento della prostituzione.
In un altro centro massaggi, invece, il personale di polizia ha trovato una dipendente cinese che, a seguito di accertamenti da parte dell’Ufficio immigrazione del commissariato, è risultata essere clandestina sul territorio nazionale. Per questi è scasttata la denuncia per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Sono in corso ulteriori indagini.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.