Malato di gioco d’azzardo tenta il suicidio: l’allarme del Serd

VIAREGGIO - Era arrivato sui binari della stazione di Viareggio pronto a compiere il gesto più estremo. Ultima disperata via di uscita da una vita ormai imprigionata dal gioco d'azzardo. Un dramma per fortuna sventato grazie all'intervento della Polizia ferroviaria.

-

E’ successo martedì sera intorno alle 22. Protagonista un uomo di trent’anni, di origini rumene, padre di due figli in tenera età. Aveva inviato un messaggio alla moglie con una foto, dicendo di trovarsi alla stazione di Massa. Ma la compagna, intuendo le intenzioni e riconoscendo nell’immagine lo scalo viareggino, è arrivata sul posto proprio mentre i poliziotti e gli operatori dell’automedica trattenevano a fatica l’uomo dal gettarsi sotto i convogli in transito. Il giovane padre è stato ricoverato in psichiatria all’Ospedale Versilia. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, il gesto dell’uomo – assiduo frequentatore di sale slot – sarebbe legato proprio ad una dipendenza dal gioco d’azzardo.

La ludopatia è un fenomeno sempre più presente e sempre più grave anche in Versilia, come conferma Guido Intaschi del Serd (Servizi per le dipendenze).

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.