Gara enduro annullata, l’amarezza del club e le ragioni del sindaco

BORGO A MOZZANO - Tanta amarezza per il club Stabbiano Timme, organizzatore della gara di enduro poi annullata per ragioni di ordine pubblico dall'amministrazione comunale. Tempi stretti e mancato confronto con i residenti alla base della decisione del sindaco.

- 1

C’è tanta amarezza nelle parole di Carlo Salvetti, responsabile dello Stabbiano Timme, il club motoristico che aveva organizzato per lo scorso fine settimana la seconda prova del campionato nazionale Trofeo Italia Enduro nel territorio del comune di Borgo a Mozzano, ma che si sono visti negare il nulla osta a 24 ora dalla partenza della gara per ragioni di ordine pubblico. Inevitabili i disagi per l’organizzazione, oltre che la frustrazione di veder vanificato il lavoro di mesi e la coincidenza con il trentennale del club che conta circa 60 tesserati.

Ma quali sono state le ragioni che hanno visto il comune decidere di tornare sui propri passi? Lo abbiamo chiesto al sindaco Patrizio Andreuccetti, che ha sottolineato come tutta la procedura per le autorizzazioni abbia avuto tempi strettissimi, sopratutto per il confronto con le popolazioni coinvolte.

Commenti

1

  1. Gabriele Pirrera


    Negativo il sindaco non dice la verità ….
    la Vera ragione è che alcuni cittadini hanno minacciato di creare disordini durante la gara ..
    Per questo ha revocato un permesso già rilasciato … motivi di “ordine publico”
    Ordine publico messo a rischio da alcuni cittadini contrari all’evento che si sarebbe svolto su un percorso tracciato interamente su strade publiche ….
    Quindi lo Stabbiano Timme non si è visto negare il nulla osta ….
    bensì si è visto rilasciare il permesso e a causa delle lamentele e velate minacce si è visto revocare il permesso ….
    le cose vanno raccontate come stanno , il sindaco si assumesse le proprie responsabilità ….
    se si annulla un evento per motivi di ordine publico dove sta la denuncia verso coloro che hanno messo a rischio questo ordine publico?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.