Guerra alle sigarette in spiaggia: ma la Versilia è ancora ferma

VERSILIA - Parte la battaglia legale del Codacons per ottenere il divieto di fumo in tutte le spiagge della Toscana. Per tutelare la salute dei bagnanti dai rischi connessi al fumo (anche passivo) e per difendere l’ambiente dall'inquinamento di mozziconi, così spiega l'associazione dei consumatori.

-

Che oggi ha presentato una diffida alle Prefetture della Toscana in cui si chiede di ordinare alle amministrazioni comunali l’adozione di apposite ordinanze tese a stabilire divieti di fumo e di abbandono di prodotti da tabacco sulle spiagge di competenza. Se non saranno adottate misure urgenti, il Codacons denuncerà nei prossimi giorni i Comuni della regione per concorso in inquinamento e in danneggiamento aggravato del patrimonio naturale.

Se in diversi Comuni veneti e laziali le ordinanze sono già scattate, con sanzioni ai trasgressori fino a 500 euro, in Versilia siamo ancora fermi. Nessuno dei quattro Comuni costieri ha firmato ordinanze e nessuno sembra intenzionato a farlo di qui a breve. Resta per altro da capire come far rispettare eventualmento il divieto in spiaggia, vista la dimensione degli spazi. In attesa che le istituzioni locali si pronuncino, il tema sembra dividere i bagnanti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.