In arrivo alte temperature, la Regione anticipa al 24 giugno lo stop ai fuochi

FIRENZE - Scatta il 24 giugno il divieto assoluto di dar fuoco ai residui vegetali agricoli e forestali in tutta la Toscana. Lo ha annunciato la Regione. Lo stop agli abbruciamenti è stato anticipato di una settimana rispetto ai tempi previsti perchè, spiega in una nota l'amministrazione regionale, nei prossimi giorni sono attese temperature con valori sopra la media e bassa probabilità di precipitazioni.

-

Il provvedimento comporta lo stop a qualsiasi accensione di fuochi, ad esclusione della cottura di cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze e all’interno delle aree attrezzate. Anche in questi casi vanno comunque osservate le prescrizioni del regolamento forestale.

Nel prossimo fine settimana durante il quale sarà ancora possibile effettuare gli abbruciamenti di residui vegetali, la Regione raccomanda di attenersi scrupolosamente alle prescrizioni della normativa e adottare tutte le cautele necessarie a evitare sia l’innesco di incendi sia di incorrere in sanzioni.

Le norme prevedono che gli abbruciamenti siano sempre eseguiti in assenza di vento (quando la colonna di fumo sale verticalmente) e limitando il materiale da bruciare in piccoli cumuli. Inoltre, bisogna operare in presenza di un adeguato numero di persone e mai da soli, osservando la sorveglianza della zona fino al completo spegnimento delle braci.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.