Margherita Loy con “Una storia ungherese” vince il 31° Premio dei Lettori

LUCCA - Si è tenuto venerdì sera a Villa Bottini lo spoglio delle schede della 31esima edizione del Premio dei Lettori. Il premio storico, che porta a Lucca con cadenza mensile grandi autori della letteratura italiana ed è gemellato con Roma, ha visto confrontarsi una triade di finalisti.

-

I tre scrittori erano seduti in prima fila in un tardo pomeriggio incredibilmente afoso: Michela Marzano con “Idda” (Einaudi), Margherita Loy con “Una storia ungherese” (Atlantide) e Roberto Pazzi con “Verso Sant’Elena” (Bompiani). Una manifestazione culturale quella della società lucchese dei lettori fortemente voluta e che è cresciuta nel corso degli anni come sottolinea la presidentessa Tecla Giammattei.

Attardato dal traffico della circonvallazione di Lucca è arrivato anche il sindaco Alessandro Tambellini, divenuto socio onorario, il quale nel suo intervento ha sottolineato l’importanza della scrittura e delle lettura in questi travagliati anni Duemila con una nota polemica nei confronti di un certo tipo di giornalismo. Tornando al premio i tre autori si contendevano anche il super premio il cui spoglio elettorale è avvenuto nell’incantevole cornice di Villa Bottini. L’ha spuntata Margherita Loy con 22 voti davanti a Roberto Pazzi (19) e Michela Marzano (12). Un premio è andato anche al lavoro di un’alunna dell’istituto Pertini di Lucca, Mery Castello, proprio sul libro vincente. La serata si è poi conclusa con una cena di gala.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.