Sbatte in parete sul Monte Corchia, trasportato col Pegaso a Cisanello

STAZZEMA - Un componente di una cordata impegnata nella salita della via alpinistica “no trip for cats” ha sbattuto violentemente contro la parete rocciosa, procurandosi un trauma cranico importante nonostante il casco protettivo.

-

Gli altri componenti del gruppo hanno immediatamente allertato i soccorsi, e sul posto è giunto l’elisoccorso Pegaso e gli uomini del soccorso alpino e speleologico. Gli alpinisti in parete , originari del camaiorese, sono stati portati alla prima sosta dai tecnici del SAST di Querceta.  L’uomo infortunato, che procedeva da primo di cordata, è del 1961 ed è stato trasportato a Cisanello con il Pegaso 3. Gli altri due hanno rispettivamente 18 e 58 anni. L’incidente è avvenuto per il cedimento di una roccia. A seguito della caduta l’uomo ha sbattuto violentemente contro la parete, procurandosi l’infortunio.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.