Balneazione ancora vietata: ore decisive per la revoca

VERSILIA - Sono attesi nella giornata di sabato i risultati delle controanalisi di Arpat sulle acque delle foci della costa versiliese. I divieti di balneazione sono scattati mercoledì a causa di uno sforamento, pari a sei volte il limite massimo, nei valori di escherichia coli nei campioni prelevati.

- 3

Slitta di un giorno dunque la revoca dei divieti, inizialmente attesa per la giornata di venerdì. Parte del weekend sarà pertanto funestato dallo stop ai bagni, che interessa circa 70 stabilimenti balneari, quasi 4 km di costa: la riviera di ponente di Viareggio (dal molo alla Fossa dell’Abate), la parte sud di Lido di Camaiore e il tratto di spiaggia a sud del Fiumetto a Marina di Pietrasanta. Tuffi vietati non solo in Versilia ma anche al Cinquale, Marina di Massa e Marina di Carrara.

Da quanto appreso, gli sforamenti sono dovuti alle violente precipitazioni di domenica e lunedì che hanno messo in difficoltà i sistemi di depurazione, gonfiando i fiumi e le foci.

Intanto prosegue la polemica politica. La Capogruppo della Lega in Consiglio regionale Elisa Montemagni punta il dito su Gaia e chiede ai Comuni di “valutare azioni legali verso il soggetto responsabile della gestione del servizio idrico”.

Commenti

3


  1. Credo che dovrebbe essere sempre chiusa la balneazioni in quei posti, soltanto che il fattore economico influisce a discapito delle persone.

  2. Gennaro Guida


    Come mai gli stabilimenti sono pieni di bagnanti che sguazzano allegramente in acqua nonostante il divieto 😀

  3. Gennaro Guida


    A chi spetta far rispettare il divieto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.