Il rally di San Marino chiama, Andreucci risponde. E nel 2020…

MOTORI - Si disputa sabato la 47esima edizione della corsa del Titano. Un rally di San Marino valido come terza prova del CIRT e che vedrà al via tra gli altri anche il pluricampione garfagnino con la Peugeot 208 T16 R5. Al suo fianco Rudy Briani.

-

 

Paolo Andreucci è pronto e motivato. Sabato l’undici volte campione italiano sarà infatti al via e in lzza per un posto al sole al 47° rally di San Marino, terza prova del CIRT. Il popolare Ucci avrà al suo fianco Rudy Briani e guiderà una Peugeot 208 T16 R5 griffata coi colori giallorossi della MM Motorsport. Andreucci riparte dal terzo posto di circa due mesi fa all’Adriatico e punta a recuperare terreno in classifica vista la sua assenza al Rally d’Italia-Sardegna. Un 2019 particolare per un grande campione abituato ad essere protagonista ma che sta vivendo tutto ciò con assoluta serenità. Undici titoli italiani nel carniere, nessuno prima di lui e chissà se qualcuno riuscirà mai a batterlo, ma ancora tanta voglia di correre. E non per onore di firma. A 54 anni suonati la leggenda di Paolo Andreucci non è detto che sia finita qui. Il San Marino prevede 10 PS tutte da sciropparsi nella giornata di sabato. Scandola, il corso Consanì, e Marchioro paiono gli interlocutori più temibili nella caccia al podio e magari, chissà, anche alla vittoria all’ombra del Titano. Forfait di Dalmazzini, causa infortunio, che doveva avere alle note il lucchese Giacomo Ciucci.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.