Pensionato accoltellato; la figlia indagata per omicidio volontario

LUCCA - La scientifica dei carabinieri è tornata oggi a Lammari, nell'abitazione di Roberto Franceschi, l'idraulico in pensione morto a causa di una coltellata. Accertamenti tecnici necessari per chiarire cosa sia accaduto nel tardo pomeriggio di ieri.

-

Al momento del dramma in casa con Franceschi c’erano la moglie, Marta Camilli, 64 anni, costretta su una sedia a rotelle da una malattia e la figlia Ilenia, 44 anni, che poco prima del dramma era intenta a pulire della verdura. I carabinieri stanno indagando proprio su di lei. Sembra ormai certo che ci sia stato un litigio tra padre e figlia e alla fine l’uomo sia stato colpito da un coltello da cucina che si è infilato vicino al cuore. Il 70enne ha avuto il tempo di uscire di casa barcollando per chiedere aiuto ma per lui non c’era già più niente da fare.

La donna è stata interrogata dai carabinieri e si sarebbe difesa dicendo che si è trattato di un incidente durante una discussione, con il padre che si è avvicinato a lei, che stava appunto maneggiando un coltello per pulire gli ortaggi. Insomma non sarebbe stato un atto voluto. In questo momento però la donna risulta indagata a piede libero proprio per omicidio volontario.

Toccherà ai carabinieri e al sostituto Salvatore Giannino chiarire gli esatti contorni di quanto accaduto. Sembra che i rapporti tra padre e figlia non fossero tra i migliori ma niente faceva presagire una simile tragedia.

Mentre continuano gli accertamenti tecnici e gli interrogatori, lunedì prossimo è in programma l’autopsia sul corpo di Franceschi.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.