La Ponsi chiude per sempre: 20 operai trasferiti a Brescia

MASSAROSA - Lo stabilimento Ponsi di Massarosa chiude i battenti. Dal 1° di ottobre i venti operai dell'impianto di Piano di Mommio saranno trasferiti allo stabilimento di Brescia della Ercos, l'azienda lombarda che ha rilevato anni fa la storica rubinetteria viareggina. Un epilogo amarissimo per una vertenza che sembrava arrivata ad una soluzione un anno fa.

-

A giugno del 2018 nel piano industriale la società si impegnava, con i sindacati e le istituzioni, a garantire l’impiego nello stabilimento massarosese fino al 2021. E invece lunedì mattina l’avviso di trasferimento collettivo “a causa” – si legge – “della sfavorevole congiuntura complessiva del settore” che ha portato alla inevitabile chiusura definitiva dello stabilimento versiliese.

Nessuno dei 20 dipendenti, tutti con almeno 25 anni di anzianità, accetterà il trasferimento a Monticelli Brusati, Brescia. Se le cose non cambieranno, il 30 settembre sarà l’ultimo giorno di lavoro. Il trasloco dei magazzini è già iniziato.

Per venerdì 19 si aprirà il tavolo di crisi a Firenze con la Regione, il Comune di Massarosa e i sindacati. La settimana prossima è attesa Lì ci si aspetta un riscontro da parte della Ercos. L’amministrazione di Massarosa, come annunciato dal sindaco Alberto Coluccini, porterà avanti il confronto con l’azienda.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.