La lunga settimana delle scelte; Lucchese, il futuro è… adesso

CALCIO C - Finalmente. Il Comune di Lucca ha pubblicato sull'albo pretorio comunale l'avviso per le manifestazioni di interesse da parte di soggetti interessati a rappresentare la città di Lucca nella stagione calcistica 2019/2020. La scadenza è fissata per giovedì 25 luglio alle ore 15.

- 1

Ciò significa che dopo lunghi giorni di attesa, forse anche troppi e un via libera della FIGC che si è fatto attendere, la Lucchese potrà rinascere come araba fenice dalle ceneri e dalle macerie di una gestione, l’ultima scorsa fino al fallimento di poche settimane fa, davvero disastrosa. Gli interessati hanno, anzi avranno a disposizione meno di una settimana per far pervenire al Comune la propria richiesta insieme al Piano delle attività sportive e di promozione territoriale previste per i primi tre anni che dovrà contenere gli obiettivi tecnico-agonistici, l’organizzazione e la gestione della prima squadra e del settore giovanile e femminile. Il Piano potrà inoltre contenere un progetto di valorizzazione degli impianti sportivi (stadio di Porta Elisa e campi ausiliari dell’Acquacalda) che verranno dati in concessione dal Comune per i primi tre anni, anche a fronte di un canone annuo simbolico. Sarà possibile anche proporre progetti di valorizzazione e marketing territoriale legati alla storia calcistica lucchese e al coinvolgimento della tifoseria, progetti di rilevanza sociale e di utilizzo del personale della società Lucchese Libertas 1905.

Questo in sintesi il dikat della manifestazione di interesse. Ora saranno tolti i veli di tante chiacchiere e distinticvo. Il funo dovrà far spazio all’arrosto di proposte concrete e accettabili. Una commissione di valutazione verrà nominata entro pochi giorni e giovedì 25 luglio provvederà a esaminare e valutare la documentazione pervenuta. Sulla base di queste valutazioni il sindaco stesso potrà legittimare il progetto e consentire così la costituzione del sodalizio rappresentativo della città di Lucca, per richiedere l’iscrizione al campionato che sarà quello di serie D in sovrannumero. Pensierino finale. Sentiamo parlare di cordate varie. Francamente non facciamo il tifo per nessuno. La cosa, l’unica cosa davvero importante, è che chi prenderà la nuova Lucchese sia gente seria e affidabile e che abbia voglia di progettare un futuro diverso per la gloriosa Pantera dopo anni bui e scellerati. Non ci sembra di chiedere la luna.

Commenti

1

  1. gisberto granucci


    Con tutto il rispetto per Santoro e le vecchie glorie e gli ex allenatori coinvolti, il suo progetto mi sa tanto di estremo dilettantismo (eccellenza, promozione) e logoro per la Lucchese. Meglio voltare pagina drasticamente con facce nuove e persone nuove, e sia quel che sia.
    Stendendo un velo pietoso su chi ha permesso che lo stadio di Porta Elisa venisse ridotto in questo modo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.