Summer, una notte da leggenda; in 20mila per l’addio a Lucca di Elton John

LUCCA - Una notte da leggenda per il Summer Festival. Ventimila persone, provenienti da tutta la penisola, hanno salutato sotto le mura l'addio alle scene italiane di Elton John, uno dei più grandi interpreti della musica pop e rock dell'ultimo mezzo secolo.

- 4

La serata era stata preceduta dal maltempo e dalla pioggia, che si pensava potesse rovinare almeno in parte la festa. Così non è stato e la rock star inglese si è presentata al pubblico puntualissimo alle 21, ha salutato Lucca, “città bellissima” ha detto, ed ha dato il via al concerto sulle note di “Bennie and the Jets”.

Poi il concerto, che ha catturato il pubblico, e non poteva essere altrimenti. Elton Jhon ha ripercorso 50 anni di carriera, 50 anni entrati nella vita di tutti attraverso melodie indimenticabili. Per la città di Lucca poi è stato un addio struggente perchè l’artista britannico, con le sue 6 esibizioni nella città delle mura, è diventato il simbolo stesso del Festival, con il quale ha creato un legame indissolubile. E allora c’è stato spazio per tutti i suoi grandi successi. Da “Rocket Man” a “Candle in the Wind”, a “Tiny Dancer”.

Sotto il profilo loogistico la serata è trascorsa senza eccessivi problemi. Prossimi appuntamenti del Summer in Piazza Napoleone, martedì 9 luglio con Makclemore e Anastasio e mercoledì 10 con i Tears for Fears.

 

Commenti

4


  1. Bello ma di nuovo pressi dalla disonestà, formula vincente del COMUNE di LUCCA.
    Come negli altri grandi eventi, SI PERMETTE parcheggiare senza fare alcun tipo di prevenzione ò avvertimento e, mezza ora dopo iniziato il concerto i VIGILI in pochi minuti fanno CENTINAIA di FOTO col suo cellulare alle macchine che senza intralciare, hanno parcheggiato in zone dove il traffico era stato interdetto. . .
    MULTE SELVAGGI, si fa CASSA ! ! . . e gli ignari se ne accorgeranno tra 60-giorni quando arrivi il postino.
    BEL CONCERTO quasi quasi ci ritorno. ! ! !


    • Non c e scusante che una persona per un concerto deve lasciare il mezzo in divieto di sosta .loro svolgono il loro lavoro


    • Per favore non confondiamo il concerto e gli organizzatori con il comportamento da sciacalli dei vigili o di chi li comanda…..se davvero si sono verificati episodi simili è una vergogna ma non c’entra nulla con il concerto in se stesso. Io c’ero ed è filato tutto liscio all’interno e la macchina organizzativa è davvero di livello assoluto.
      Francesco P.

  2. Giuseppina Falcone


    Organizzazione perfetta.concerto fantastico.musicisti di altissimo livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.